TRASFERIMENTO DI PATRIMONI AZIENDALI

trasferimento-patrimoni-aziendalibuona

IL CONTO BANCARIO

Chi gestisce un business in Germania, dovrebbe avere anche una banca in Germania per organizzare rapidamente attività giorno per giorno. Quasi tutte le grandi banche internazionali hanno uffici in Germania ed è anche facile avere conti in valuta estera.

Per aprire un conto in una banca privata tedesca è in genere necessario disporre di un passaporto valido e la conferma scritta che la Germania è il vostro luogo di residenza presso l’Ufficio pubblica locale (Bürgeramt). Per un conto bancario dell’azienda, i requisiti dipendono dalla forma giuridica della società. Oltre a un passaporto valido è generalmente necessario disporre di un estratto del registro di commercio e l’atto costitutivo della società.


CAPITALE SOCIETARIO

Il capitale può essere spostato dentro e fuori la Germania senza alcuna restrizione. Tuttavia, gli importi superiori a 12.500 euro, o pagamenti equivalenti con oggetti di valore, devono essere segnalati alla Banca centrale tedesca (Bundesbank). Questi rapporti sono solo a fini statistici. I moduli sono disponibili presso la Bundesbank.

Obblighi per i trasferimenti di denaro dall’estero dipendono dal luogo di residenza e dagli gli indirizzi dei destinatari, mentre la nazionalità è irrilevante. Una persona o società con luogo di residenza o di lavoro in Germania deve riferire dei pagamenti in entrata e in uscita dall’estero per tutte le transazioni sopra di euro 12.500. In alternativa, un investitore con residenza all’estero non deve registrare un trasferimento in conto capitale su un conto in Germania (anche se l’investitore è titolare del conto).

I crediti o debiti verso società (ad esempio, banche) o privati ​​all’estero devono essere segnalati alla Bundesbank se essi ammontano a più di 5 milioni di euro o equivalente.

Per un conto bancario e depositi di oltre 15.000 euro in denaro, le banche sono tenute a verificare l’identità del depositante al fine di prevenire il riciclaggio di denaro.


MERCI E MACCHINARI AZIENDALI

I beni e i macchinari possono circolare liberamente all’interno dell’Unione europea. L’imposta doganale, l’imposta sul fatturato di importazione (Einfuhrumsatzsteuer), e, in alcuni casi, le imposte speciali di consumo sono a carico degli Stati non membri dell’UE. La dogana da pagare può essere determinata in linea con il sistema TARIC (Integrated tariffa delle Comunità europee).

Gli oggetti per la casa possono essere importati in Germania liberamente se il proprietario si muove nel luogo di residenza dall’estero verso la Germania.